EDUCAZIONE AL CONTATTO   EDUCAZIONE AL CONTATTO

BENVENUTI, GRAZIE DELLA VOSTRA VISITA!


 

Il Contatto è un tuo bisogno primario...

con noi è Buon Contatto!

 

Il nostro proposito è far conoscere l'importanza di un Buon Contatto e dell'Intelligenza Affettiva.

                                               Visita da qui la Rassegna Stampa

EDUCAZIONE AL CONTATTO


 
L'EDUCAZIONE AL CONTATTO, come metodologia ha avuto origine sin dagli anni '80 con il corso "Arte di Massaggiare e Tocco Biointegrante".
 
Nel 1996 Sandra Salmaso, collaborando strettamente con il suo maestro formatore Rolando Toro Araneda - creatore del Sistema Biodanza - ha  integrato le conoscenze del Modello Teorico della Biodanza alle sue esperienze nell'ambito del Massaggio intuitivo e sensibile, creando l'estensione  di "Biodanza ed Educazione al Contatto" per insegnanti di Biodanza anche detto Corso di specializzazione in Biodanza ed Educazione al Contatto che si è diffuso in Europa (Francia, Olanda, Belgio, Germania) e in Sud America (Nicaragua, Brasile). (vedi  ARTICOLO in Rassegna Stampa "Il contatto e la carezza: un bisogno primario dell'essere umano" Articolo pubblicato su AEIB - n.3 Mar. 1998 - rivista semestrale dell'Associazione Europea Insegnanti di Biodanza, direttore Sérgio Cruz).
 
Sandra  Salmaso é l'unica didatta di Biodanza a poter offrire questa formazione per insegnanti di Biodanza nel mondo.
 
Sempre nell '96  è nata la Scuola di Specializzazione in Educazione al Contatto e Massaggio Biointegrante, percorso biennale che prepara gli Operatori olistici specializzati in Educazione al Contatto e Massaggio Biointegrante  a fare trattamenti altamente personalizzati e promuovere conferenze divulgative in piccoli gruppi.
 
L'Educazione al Contatto ed il Massaggio Biointegrante possiedono una metodologia molto efficace e utile in ambito personale, sociale e socio-sanitario per compensare carenze affettive della prima infanzia, la mancanza di umanizzazione nelle cure e contrastare il burnout lavorativo per le professioni d'aiuto.
 
L'esperienza pluriennale ci ha dimostrato l'enorme  importanza  di divulgare ed insegnare il Buon Contatto  e la Comunicazione TATTILE (non verbale) affettiva, il Massaggio Biointegrante  attraverso corsi, formazioni ed esperienze in ambito privato, educativo e socio sanitario per portare un cambiamento efficace nella società di oggi altamente in difficoltà con la capacità di vivere con naturalezza, consapevolezza e affettività la convivenza sociale e la felicità.
 

" Le tue mani sono preziose e diventano sempre più preziose mano a mano che la tua esperienza di contatto aumenta” Sandra Salmaso

Un essere umano è più completo quando vive con facilità il contatto con il suo corpo e con naturalezza il contatto con i suoi simili. Agire in modo non invasivo ma fluido sensibile ed accogliente crea sicurezza reciproca e gioia nello scambio.

Quali sono i gesti, dati e ricevuti, che ci permettono da bambini di crescere sani e sicuri, amabili e forti?

Quali sono i gesti che, da adulti, ci permettono di stabilire vincoli sinceri, piacevoli ed amorevoli con gli altri? 

Ma soprattutto perché è tanto importante acquisire più disponibilità, più tolleranza e più affettività verso l'essere umano in quanto tale?

L' Educazione al Contatto ci fa comprendere quanto sia necessario alla nostra salute psicofisica ricevere un contatto affettuoso e confortevole e di come il contatto possa svolgere un ruolo d'accoglienza e vicinanza affettuosa fondamentale per la nostra vita.

L’Educazione al Contatto 

Il riscatto e la riappropriazione della capacità di contatto non è un percorso che riguarda solo mamme e papà. Tra i colleghi di lavoro, gli amici, ma soprattutto nella vita di coppia, la capacità di contatto fisico appropriato è un elemento di comunicazione e di armonia fondamentale per costruire rapporti sani e soddisfacenti. È’ importante comprendere che un contatto meccanico, privo di attenzione e tenera cura non è mai né utile, né tanto meno efficace. Per essere “buono” il contatto deve avvenire all’interno di un approccio affettivo, in un processo progressivo di comunicazione e di empatia.
Per raggiungere la qualità di “carezza” il contatto ha bisogno di connessione: un gesto pieno di attenzione, compiuto nell’ascolto delle richieste reciproche e in feed-back con l’altro. Non si tratta solo di avvicinarsi per un contatto fisico, di darsi una pacca sulle spalle, ma di “connettersi” con l’altro percependolo con rispetto e affettività per il solo fatto che è “portatore di vita”.

Rieducarsi al Buon Contatto è possibile

“I progressi delle neuroscienze nel campo dei processi emotivi, gli studi più recenti in materia di coscienza, così come l’individuazione dei neuroni specchio” sostiene Annalisa Risoli, medico e specialista in neuroscienze, nonché insegnante di Biodanza®  “hanno confermato la possibilità di “modificare, attraverso l’esperienza, comportamenti o modi di pensare acquisiti” rendendo possibile la “rieducazione” anche dell’adulto a nuovi comportamenti di contatto”.
Chi pratica percorsi di crescita personale di gruppo, come la Biodanza® e l’Educazione al Contatto® , sa che ci si può riappropriare della capacità di “buon contatto” attraverso esperienze proposte in condizioni specifiche o, per utilizzare un termine tecnico, in “ambienti arricchiti”, in grado di influenzare e modificare positivamente lo sviluppo neuronale anche in età adulta.

Continua a leggere...Il Bisogno di Contatto

SCUOLA DI EDUCAZIONE AL CONTATTO COLLABORA CON

Centro Studi SynLe Vie della Salute
PROSSIMI EVENTI

Servizio calendario google temporaneamente non disponibile

Accedi al calendario completo




Login

Valid XHTML 1.0 Transitional